IMG_2469

Calendari partite di calcio

Gironi del Torneo di Calcio ORARI delle partite More »

emigranti

Quando gli emigranti eravamo noi: l’importanza delle storie

La Storia è fatta delle singole storie di ognuno di noi, sono i singoli protagonisti invisibili e quotidiani che contribuiscono a creare il grande racconto collettivo, a fare la pluralità. E quest’anno i Mondiali More »

Domani l’apertura della XIX edizione dei Mondiali Antirazzisti

Mercoledì 1 luglio è previsto l’arrivo e la sistemazione a Castelfranco Emilia (Mo) di 4.000 giovani da tutta Europa che daranno vita alla XIX edizione dei Mondiali Antirazzisti. La manifestazione organizzata dall’Uisp ha l’obiettivo di diffondere i valori dell’integrazione attraverso lo sport, contro ogni forma di discriminazione.

Il calcio d’inizio è previsto giovedì 2 luglio alle ore 15 e da quel momento prenderanno il via partite non stop, autoarbitrate, con squadre miste composte da migranti, tifoserie ultrà, ragazze e ragazzi di varie città italiane ed estere. Sabato 4 luglio sono previste le finali e nel pomeriggio la festa conclusiva.

Lo sport in campo contro le discriminazioni: tornano i Mondiali Antirazzisti Uisp dal 1 al 5 luglio a Castelfranco Emilia (Modena), con 5000 giovani da tutta Europa

Mondiali

Roma, 19 giugno. Cinquemila giovani da tutta Europa, 170 squadre di calcio e altre 60 tra basket, pallavolo e rugby, 400 partite no-stop, 300 volontari, 24 campi ricavati nel parco di Bosco Albergati, alla periferia di Castelfranco Emilia (Modena): questi sono alcuni numeri della XIX edizione dei Mondiali Antirazzisti Uisp che si terrà dal 1 al 5 luglio.

 Il calcio d’inizio è previsto giovedì 2 luglio alle ore 15: da quel momento prenderanno il via partite non stop, autoarbitrate, con squadre miste composte da migranti, tifoserie ultrà, ragazze e ragazzi di varie città italiane ed estere.

 La novità di quest’anno è la collaborazione con l’Aic-Associazione Italiana Calciatori, che sarà presente con una squadra e con il presidente Damiano Tommasi, che venerdì 3 luglio alle 18 darà vita all’incontro “Diamo un calcio a questo calcio”. Insieme a lui ci saranno anche Renzo Ulivieri, presidente dell’Associazione italiana allenatori calcio; Vincenzo Manco, presidente nazionale Uisp; Luca Di Bartolomei, giornalista; Carlo Paris, direttore di Rai Sport, Matteo Marani, direttore del Guerin Sportivo; Cécile Kyenge Kashetu, parlamentare europea.

 Sabato 4 luglio alle 17, lo spazio dibattiti degli ultras vedrà la partecipazione di Cass Pennant, scrittore ed ex hooligan inglese, che dopo una partecipazione ai Mondiali Antirazzisti nel 2010 tornerà per presentare il suo ultimo film “Beverley”, storia di una teenager di origini africane che nell’Inghilterra degli anni Ottanta lotta per il riconoscimento della propria identità.

 Grande attenzione al mondo dei fumetti e della musica: il manifesto di quest’anno è firmato da Zerocalcare, noto disegnatore, che ha annunciato la sua presenza. Tra i concerti gratuiti spicca il nome dei Modena City Ramblers, che si esibiranno alle 23 di giovedì 2 luglio.

 I Mondiali Antirazzisti sono organizzati dall’Uisp-Unione Italiana Sport per Tutti, in collaborazione con l’associazione La Città degli alberi,  la fondazione Matteo Bagnaresi, Rete Fare – Football against racism in Europe, e con il sostegno della Regione Emilia Romagna, del Comune di Castelfranco Emilia, dell’Aic-Associazione Italiana Calciatori, del gruppo Hera e della Cgil.

[PROROGATO 25 GIUGNO]I Mondiali Antirazzisti presentano: “Il colore del sudore”, concorso a fumetti aperto a tutti

[CONCORSO PROROGATO AL 25 GIUGNO]

I Mondiali Antirazzisti presentano il concorso a fumetti “Il colore del sudore”. Racconta con una tavola o con un’illustrazione la tua visione dell’antirazzismo e della lotta alle discriminazioni.
Si può usare qualsiasi tecnica e qualsiasi colore, unico vincolo: solo immagini e niente parole, eccezion fatta per le onomatopee… Le cinque migliori opere, scelte da una giuria composta da organizzatori e fumettisti, verranno stampate e esposte in Piazza Antirazzista per tutta la durata della manifestazione, mentre tutte le opere ricevute verranno pubblicate sul sito internet dei Mondiali!

Leggi il regolamento e… PARTECIPA! C’è tempo fino al 15 giugno!

Le coppe dei Mondiali Antirazzisti 2014

copertina

Coppa Mondiali Antirazzisti
Per decidere il vincitore della Coppa dei Mondiali Antirazzisti, il trofeo più importante, che tradizionalmente viene assegnato alla squadra che nel corso dell’anno si è maggiormente distinta per i progetti a favore dell’inclusione, gli organizzatori hanno scelto di affidare questo incarico alle otto squadre “storiche” della prima edizione dei Mondiali. Tutti questi gruppi sono stati selezionati per avere partecipato a tutte le 18 edizioni dei Mondiali Antirazzisti. In riunione le squadre hanno deciso di assegnare, per questa diciottesima edizione, la Coppa proprio ai Mondiali Antirazzisti.

Coppa Matteo Bagnaresi
New Team – Nessuno Fuori Gioco di Torino: per il loro lavoro costante nei campi Rom di Torino, svolto facendo giocare bambine e bambini a calcio e promuovendo un’azione di sensibilizzazione contro la discriminazione nei confronti della cultura Rom.

Coppa Chilometri
Profughi Casale Monferrato, Coop. Senape, Voci dell’Africa di Casale Monferrato: premio conferito a loro in rappresentanza di tutti i rifugiati politici, i profughi, tutti quelli che scappano da guerre e carestie e che spesso di chilometri ne fanno tanti a piedi, con i barconi e con tutti i possibili mezzi di trasporto, sognando una vita migliore.

Coppa Kick Sexism
Arcobaleno di Arezzo: per il loro impegno quotidiano nella promozione dei diritti delle donne nello sport e tutte le altre attività contro l’omofobia, per dimostrare con le attività concrete che lo sport deve essere aperto a tutte e a tutti.

Coppa Piazza Antirazzista
Ultras Marseille: perché hanno decorato un’intera parete con tutti i regali che hanno ricevuto in questi 14 anni di partecipazione dalle squadre che hanno incontrato.

Coppa Ultras
Ultras Brescia 1911: per il lavoro di controinformazione che hanno fatto a favore di tutti i gruppi ultras italiani.

Coppa Fairplay
Joc, Belgio: per il loro atteggiamento sempre positivo sui campi, per aver aiutato ed essersi resi disponibili come volontari durante tutta la festa.

Coppa Invisibili
A tutte le persone che sono morte in Brasile (e in Qatar) per costruire i nuovi stadi dei Mondiali, a tutti gli abitanti delle favelas che sono stati costretti a lasciare le proprie case per far posto a case per i futuri nuovi ricchi, a tutti i brasiliani che hanno subito la forte repressione della polizia semplicemente per aver voluto mostrare al mondo cosa c’è dietro un mega evento sportivo.

Torneo di calcio
Zwote

Torneo di calcio femminile
Peace

Torneo di basket
Hic Sunt Leones

Torneo di pallavolo
Atletici ma non troppo