Sabato

Tutti i bar e i ristoranti saranno in funzione tutto il giorno fino a notte  

10.00 – 16.00 Centri estivi UISP  

10.00 – 20.00 – Campi torneo di calcio (eliminatorie e fasi finali)  

10.00 – 19.00 – Campi tornei di basket e pallavolo  

10.30-12.00 – BARaONDA Risveglio muscolare a cura della Lega Le Ginnastiche UISP  

14.00 – 16.30 – Campi torneo femminile di calcio

14.00-20.00 – Campi Torneo di softball  

11.00 – Sala fienile convegno finale progetto UISP “Diritti in campo”            

16.00-17.30 – BARaONDA Laboratorio corporeo “ABBRACCIAMONDO”, ascolta il tuo corpo e la musica che hai dentro e danzeremo insieme, a cura della Lega Le Ginnastiche UISP Alla fine del laboratorio performance del lavoro svolto dal gruppo ABBRACCIAMONDO di Vallecamonica e Sebino (BS)  

18.00 – Piazza Antirazzista Il terremoto visto dal basso: dall’Abruzzo all’Emilia. Cosa non ha funzionato? La gestione del potere tra distruzione e ricostruzione; la capacità di autorganizzazione dei cittadini; la questione dei permessi di soggiorno nelle aree colpite dal terremoto. Intervengono: Andrea Covi – Presidente della Uisp di Modena; Comitato 3e32 L’Aquila;  Associazione “Mani Tese”; Cècile Kyenge Kashetu – Portavoce Nazionale Rete Primo marzo; Clelia Bartoli – autrice del libro “Razzisti per legge; l’Italia che discrimina”;  Centro Sociale Guernica di Modena; Stefano Vaccari – Assessore allo Sport, Ambiente e Protezione Civile della Provincia di Modena;  Donato Pivanti – Segretario Generale Camera del Lavoro CGIL Modena Coordina Vincenzo Manco – Presidente Regionale Uisp Emilia Romagna  

20.00 – BARaONDA A disposizione tutta la sera giochi da tavolo – con la presenza di animatori dell’Area giochi tradizionali UISP  

20.00 – Il Bar dei Rude Aperitivi e Dj’s set con: Bianca W.T., Tommy (sons of Trojan)  

20.00 – Spazio di fronte all’Arena concerti finale del torneo di calcio

20.30 – Arena Concerti Premiazioni

21.30 – BARaONDA Gruppo percussioni dei Marakatimba

22.00 – Area Cinema proiezione di documentari a cura della D.E-R (documentaristi Emilia Romagna) Ju Tarramuto: un viaggio nei territori della città più mistificata d’Italia, di Paolo Pisanelli (89 min.) il film racconta la città più mediatizzata e mistificata d’Italia, L’aquila, che dopo il terremoto del 6 aprile 2009 è passata dalla rassegnazione alla rivolta attraverso mille trasformazioni, intrecciando storie di persone, luoghi, cantieri, voci e risate di “sciacalli” imprenditori che hanno scatenato la protesta delle carriole, quando ormai il terremoto non faceva più “notizia”. “Riprendiamoci la città!” hanno gridato gli abitanti dell’Aquila e si sono organizzati per spalare le macerie, dimostrando la volontà di non rassegnarsi al silenzio, anche se costretti a vivere nelle periferie di una città fantasma Questa è L’Aquila, voci a 3 anni dal terremoto, a cura di Andrea Cardoni e Andrea Ranalli (durata 23 min.) ”Questa è L’Aquila” è una raccolta di storie di chi sta vivendo una città distrutta dal terremoto del 6 aprile 2009. Sono passati tre anni dal terremoto del 6 aprile che ha distrutto L’Aquila. I riflettori si sono spenti sulla città, ma gli aquilani ci sono ancora. Come vivono oggi? Come cambia la vita quotidiana di una città rimasta ferma a tre anni fa? Il network internazionale di fotografi Shoot4Change e Anpas, l’Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, uniscono dunque le forze per puntare nuovamente i riflettori nel ricordo di quel tragico evento. Voce e volto narrante di Moni Ovadia.  

22.30 – Arena concerti Tremende (Ska/Reggae/Punk ITA); Banda Bassotti (Ska / Punk ITA) A seguire: DJ SET Il Fienile Circus; Dj Rude