Gli Avvoltoi

 

 *** Sabato 8 luglio Live in Mondiali ***

Isabel non sa dove il suo sogno arriverà

Perché avete cominciato a suonare?
Abbiamo cominciato nel 1986, fino agli ’80 c’erano tante possibilità e abbiamo ottenuto subito un contratto discografico.

Qual è il ricordo più bello che avete dei Mondiali?
Bè tantissimi. Ricordo i tedeschi nudisti o gli irlandesi, due di loro vennero a fare la luna di miele proprio ai mondiali. E poi le amicizie che si sono create. Mi ricordo che eravamo ancora a Montecchio: suonavano i Gentleman, la Banda Bassotti, un’emozione unica. Ricordo anche l’amicizia storica con i Red Zombies di Berlino con cui poi abbiamo giocato la prima partita ai Mondiali, proprio a Montecchio. Da quel momento, era il 2008, non abbiamo più smesso di giocare insieme con la squadra di Amnesty International né di suonare.

Quale potrebbe essere la canzone che dedichereste ai Mondiali?
Direi Isabel che parla di una ragazza argentina che viene in Italia e scopre che questo non è il paese che si aspettava.

Perché siete ai Mondiali? Che vi ha portato qui?
Io, personalmente, gioco nella squadra di Amnesty dai tempi di Montecchio. Come Avvoltoi ci piace il calcio (tranne uno, non facciamo nomi, che non sa nemmeno chi è Cruyff), quello vero: il gioco puro e non il business. Ci piace come concetto, metafora di squadra, affiatamento, collaborazione. Infatti, nel calcio la squadra più affiatata è quella che vince, l’idea del calcio operaio. Ognuno apporta qualcosa di sé, ci piace partecipare ai Mondiali perché è un avvenimento incredibile, bellissimo e importante. L’Italia ha bisogno dei Mondiali . Potere partecipare è un onore.

Cosa significa antirazzismo secondo voi?
Vivere insieme senza pregiudizi e senza paure. I Mondiali sono anche questo: vivere insieme dei valori comuni: aggregazione, rispetto. Mia figlia, Agnese, ha 6 anni e la sua classe è un meltingpot, per lei non ci sono differenze, ci sono solo amici e compagni di scuola. Solo la paura e la disinformazione fanno emergere le differenze.

Lasciate un messaggio per i Mondiali.
Lunga vita ai Mondiali, auguri per mille altri anni!

Facebook: https://www.facebook.com/gliavvoltoi/