welcome!

Welcome – Mondiali Antirazzisti in Tour

“Welcome! Mondiali Antirazzisti in tour” è un progetto che si realizza grazie al finanziamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento Pari opportunità/Unar. 

Il progetto è un intervento di contrasto e prevenzione delle discriminazioni attraverso la promozione di attività educative, culturali, artistiche, sportive e prevede la realizzazione di 6 edizioni di “Mondiali Antirazzisti Locali” – tappe di avvicinamento ai Mondiali Antirazzisti, nelle città di Cagliari, Como, Matera, Martina Franca, Prato, Trento e l’organizzazione di due edizioni dei “Mondiali Antirazzisti” nazionali. Accanto alla tradizionale manifestazione di Bosco Albergati verrà organizzata una prima edizione sperimentale dei Mondiali Antirazzisti al sud, a Matera. Un lavoro di networking e sensibilizzazione a livello territoriale mirerà a favorire l’ampia partecipazione di cittadini migranti di prima e seconda generazione, rifugiati e richiedenti asilo e a costruire un dialogo costruttivo con le istituzioni locali, i centri di accoglienza e le associazioni di migranti e di volontariato per avviare o rafforzare sinergie locali sul tema dell’inclusione e della lotta contro ogni forma di discriminazione.

OBIETTIVI E RISULTATI ATTESI

Obiettivo generale

Favorire l’inclusione sociale dei giovani stranieri di prima e seconda generazione, rifugiati e richiedenti asilo, e promuovere il dialogo interculturale e il confronto, l’incontro e lo scambio fra giovani stranieri e italiani, attraverso la creazione di spazi, momenti e occasioni di socialità sportiva e la partecipazione ad iniziative di sensibilizzazione.

 Obiettivi specifici

  • promuovere lo sport come motore di inclusione e di diffusione della cultura dell’accoglienza delle diversità, grazie al suo ruolo educativo insito nell’insegnamento sportivo stesso: le regole di gioco, il rispetto dell’avversario, l’importanza del gioco di gruppo;
  • favorire la partecipazione di giovani migranti di prima e seconda generazione, rifugiati e richiedenti asilo ad iniziative e manifestazioni sportive, culturali e di sensibilizzazione sul territorio;
  • promuovere le pari opportunità di accesso alle iniziative educative, culturali, artistiche e sportive del territorio tra le diversità (di genere, di confessione religiosa, di provenienza, di orientamento sessuale);
  • sensibilizzare il pubblico e le comunità dei territori coinvolti sul tema dell’integrazione e della lotta contro ogni forma di discriminazione;
  • attivare reti e aprire un dialogo costruttivo con le istituzioni locali, i centri di accoglienza e le associazioni di migranti e di volontariato per avviare o rafforzare sinergie locali sul tema della lotta contro ogni forma di discriminazione e promuovere lo strumento dello sport come motore di inclusione