A Roma

Locandina_LN-1

All’interno del progetto Journey on reso possibile grazie al contributo ECCAR che ha permesso di realizzare 6 distinti eventi in 6 città differenti costituendo  la splendida cornice di fondo dei Mondiali Antirazzisti. Il primo di questi 6 eventi è stato realizzato a Roma da i Liberi Nantes il 18-19 Maggio presso la sua infrastruttura sportiva XXV Aprile legata alla celebrazione del suo decimo anniversario.

I Liberi Nantes nascono dai Mondiali Antirazzisti e hanno saputo trasmettere l’essenza dei mondiali anche nel loro piccolo ma grande evento. Il torneo di calcio si è svolto in un arco temporale di 2 giorni in cui si sono incontrati rifugiati, richiedenti asilo che vivono nei centri di accoglienza di Roma, volontari di diverse organizzazioni, mediatori culturali e tanti curiosi.

Il primo giorno non si è giocato, ma alcuni rappresentanti delle squadre sono stati invitati all’inaugurazione dell’istallazioni artistiche e dei dibatti sul tema dell’accoglienza dei rifugiati.

Il 19 il torneo è entrato nel vivo mostrando tutta la sua pazzia per l’atmosfera goliardica e il clima d’amicizia in un torneo tutt’altro che competitivo. Le squadre hanno giocato 9vs9 per 25 minuti ciascuna con 7 regole pazzesche che potevano essere inserite a discrezione degli arbitri.

Le regole sono state studiate per permettere a tutti di giocare in un’atmosfera di solidarietà in cui nessuno si preoccupava del risultato. Pensate che non abbiamo la minima idea di quanto siano finite le partite, “pazzesco!”

Alla fine dei tornei, i capitani di tutte le squadre hanno ricevuto un premio costituito da una cornice creata dai ragazzi Refugees ScArt contenente una foto scattata prima dell’inizio del torneo con tutti gli altri partecipanti.

L’evento è stato una piccola ma grande festa a cui hanno partecipato 80-100 giocatori senza contare tutti gli spettatori. Un torneo che ha saputo mostrare l’importanza e la bellezza della solidarietà che una città inclusiva dovrebbe sempre mostrare.